Passa ai contenuti principali

Bretzel trentini DOC!

I bretzel sono il ricordo che associo alle mie vacanze a Bolzano e dintorni...

Questi intrecci di pasta lievita hanno accompagnato molti dei nostri pranzi nella fantastica regione che trovo essere il Trentino Alto Adige; infatti sia io che mia sorella, al contrario delle nostre dolci metà, non adoriamo molto i semi di finocchio e questo pane ha pienamente appagato i nostri palati poco abituati a questo sapore..

E vi posso assicurare che non é stata un'impresa facile, perché questo ingrediente viene molto utilizzato in questa zona d'Italia..!
All'inizio ci impegnavamo anche, comprando nelle varie Backerei un paninetto per tipo, per poi odorarli tutti alla ricerca di quelli senza semi di finocchio... Eravamo molto buffe! :)
Poi la scoperta: quell'intreccio appeso nei vari panifici, creato in formato gigante nel periodo natalizio, ha un sapore unico, diverso dal solito pane, ma talmente buono da essere divorato anche privo di farcitura, al naturale..

Le ricette che trovate su internet sono svariate, io mi sono affidata a questa, apportando solo pochissime modifiche, in particolare iutilizzando meno lievito ed allungando un poco i tempi di lievitazione..
Per la cottura mi sono affidata alla versione con il bicarbonato di sodio, restandone fantasticamente colpita... 
Non credevo che potessero venire così simili alla versione originale..
E sono ottimi anche da portare sui prati, per un goloso pic-nic, magari accompagnandoli a saporiti salumi e formaggi!
Io ad esempio lo adoro tagliato a metà e farcito con speck, come sono solita mangiarlo girovagando tra i vari banchi del mercatino di Natale di Bolzano!


Ingredienti per l’impasto:
500g di farina di grano tenero 0
250 ml di acqua tiepida
50g di burro
10g di sale
5g lievito di birra
sale grosso
Soluzione per la bollitura:
1l di acqua
8 cucchiaini di bicarbonato di sodio
2 cucchiaini di sale
Esecuzione:
Versare  nella planetaria la farina; al centro versarvi un po' di acqua, il lievito, amalgamando leggermente formando una pastella liquida e lasciare riposare 15 minuti.
Unire la restante acqua, il burro, il sale ed impastare energicamente il tutto.
Lasciare lievitare fino al raddoppio dell'impasto .
Una volta raddoppiato l'impasto, prelevarne un pezzo e stendere un filoncino lungo 50cm. 
Procedere poi col dare al bretzel la classica forma annodata.
Sistemare i bretzel su un foglio di carta da forno e lasciare riposare per 20 minuti; successivamente metterli in frigo per un’ora. 
Questo passaggio in frigo li aiuterà ad avere la crosta più lucida una volta cotti.

Trascorso questo tempo accendere il forno a 200°C, togliere i bretzel dal frigo e prepararsi alla bollitura nella soluzione di acqua e bicarbonato:
tuffare nella soluzione ciascun bretzel, lasciarlo bollire 30 secondi e scolarlo su carta forno.
Spolverizzare con un po' di sale grosso ogni bretzel ed infornare per circa 25 minuti. 









Con questa ricetta partecipo al contest de La cucina di Esme "Nel cesto del pic-nic

http://lacucinadiesme.blogspot.it/2014/04/oggi-sono-3-anni-di-blog-contest-per.html

E al contest di Beatitudini in cucina "Il cestino da pic-nic"

http://beatitudiniculinarie.blogspot.it/2014/04/nuovo-contest-il-cestino-da-picnic.html

Commenti

  1. Tesoro sono uno spettacolo O_O Li adoro e a me non sono mai venuti così perfetti..mi segno subito la tua ricetta x provarla con il mio lievito madre ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie tesoro mio!!! Provali e poi fammi sapere, anche io ho il lievito madre e sarei curiosa di provare!!!
      Un baciotto!

      Elimina
  2. Adoro i bretzel, anche a me ricordano l'infanzia...che delizia!! I tuoi sono meravigliosi!! Un abbraccio, Mary

    RispondiElimina
  3. Che buoni i bretzel!!! Li adoro!! Anch'io ho provato a farli ma non mi sono venuti così (soprattutto il colore...penso che la soluzione che ho usato io fosse un po' troppo bassa di bicarbonato di sodio!). Bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, credo che le dosi della soluzione debbano essere precise, e il colore cambia notevolmente..! Grazie carissima!!
      Un abbracciotto!

      Elimina
  4. Ciao Bianca :-)
    I bretzel non sono per niente facili da fare e questi sono riusciti proprio bene!
    Un bacio, e un saluto anche a Marta!
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesorooo! Guarda, sarà la fortuna del principiante ma questa ricetta ci ha stupite!!
      Se hai occasione di provarli fammi sapere! ;)
      Un abbraccio da entrambe!

      Elimina
  5. Fantastici! Io ho la mia figliola grande che li mangerebbe continuamente, li adora. Ne ha approfittato spudoratamente nella vacanza in Alsazia, li ce ne erano ovunque :). Mi piacerebbe rifarli a casa, così riesco a dosare meglio il sale, perchè io li trovo troppo salati quelli che compro. E poi ti sono riusciti così bene che invogliano proprio. Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li adoro, ne sono dipendente!! Se li provi fammi sapere!! Un abbracciò ne!

      Elimina
  6. grazie per aver inviato questi spettacolari bretzel per partecipare al mio contest!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te tesoro per la bella iniziativa!! Un abbraccio!!

      Elimina
  7. questo è un pane che voglio assolutamente fare!
    se dici che ti è venuto bene, e sembrerebbe proprio di si, mi segno la tua ricetta!!
    grazie
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per noi è stata una piacevole sorpresa...! Uguali agli originali...!! ;) se prvi a farli fammi sapere, per noi sono stati un successo!! ;)

      Elimina
  8. Sono perfetti, grazie per la ricetta, inserita!

    RispondiElimina
  9. Mi piacciono un sacco, ma non li ho mai provati!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …