martedì 20 settembre 2016

Gnocchi di patate con pesto di zucca e pancetta croccante


Se si prova a dire a un genovese "Gnocchi con...?", egli vi risponderà certamente "PESTO!".
Quindi quando ho scoperto che la sfida del mese del mitico MTChallenge, scelta da Annarita, portava in campo proprio questo piatto, la mia testa ha fatto subito il collegamento. 
Poi mi sono ripresa, no, Bianca, non puoi andare sul classico.. E li ho iniziato a pensare..
Ma tant'é, continuavo a pensare al pesto.. 
Ok, pesto sia.. Ma rivisitato.

Per scoprire ogni segreto su come realizzare lo gnocco perfetto, rimando al dettagliatissimo post di Annarita: la scelta del tipo di patata, il rispetto dei tempi per l'esecuzione dell'impasto sono fondamentali.

Gnocchi di patate con pesto di zucca e pancetta croccante
Ingredienti:
Per gli gnocchi (ricetta dal blog di Annarita):
600 gr di patate (per noi quarantine, quelle tipiche dell'entroterra ligure)
180 gr farina
sale q.b.
Per il pesto:
una zucca piccola
80 gr parmigiano
uno spicchio di aglio
30 gr di nocciole 
olio extravergine di oliva
sale pepe
In più:
100 gr pancetta toscana a fettine

Esecuzione:
Mettere a bollire in acqua fredda le patate, scegliendole più possibile uguali per permettere una cottura uguale per ciascuna.
Una volta cotte, schiacciarle con lo schiacciapatate, salare ed impastare, dopo averle allargate per far uscire il vapore, sul piano di lavoro.
Formare dei cordoncini, tagliare a tocchetti di 1,5/2 cm e arrotolare sui rebbi di una forchetta per dare la tipica scanalatura.
Cuocere in acqua bollente salata fino a che non salgono a galla.
Nel frattempo preparare il pesto: cuocere per 15 minuti alla massima potenza le fetta di zucca, ancora con la buccia.
Fare raffreddare 10 minuti, dopo di che estrarre la polpa con l'aiuto di un cucchiaio.
In un mixer frullare l'aglio con le nocciole.
Aggiungere la polpa di zucca, il parmigiano e l'olio e frullare nuovamente.
Regolare di sale e pepe.
In una padella antiaderente scaldare pochissimo olio, aggiungere la pancetta e far cuocere fino a renderla croccante.
Scolare gli gnocchi saltarli con la pancetta e , fuori dal fuoco, aggiungere il pesto.






Con questa ricetta partecipo alla sfida n°59 dell'MTChallenge


domenica 11 settembre 2016

Gnocchi di ricotta con pesto di pomodori secchi


Amo i formaggi.
Tutti e in qualsiasi preparazione, sia essa dolce o salata.
E adoro anche la sua produzione.
Dagli alpeggi alla stalla, per arrivare al caseificio o alla produzione propria.
Sarà che il formaggio nella cultura che mi caratterizza, quella emiliana, è uno dei capisaldi.
Ssarà che in ogni zona d'Italia c'è un prodotto squisito ed inimitabile derivato dal semplice latte... 
Ma la produzione casearia mi ha sempre affascinata.

E quando ho avuto modo di dovermi confrontare con una ricetta a base di formaggi, ne sono stata entusiasta.
Ho usato ingredienti genuini, un po' provenienti dalla mia terra, la Liguria, un po' portati in dono come regalo dal mio ultimo viaggio in una terra splendida, la Sicilia.


Gnocchi di ricotta di bufala con pesto di pomodori secchi

Ingredienti:
200 gr ricotta bufala
150 gr farina
1 uovo
noce moscata
10 pomodori secchi sott'olio
40 gr di parmigiano e pecorino grattuggiato
30 gr pinoli
un mazzetto di basilico
un pizzico di origano
olio q.b.
sale q.b.
uno spicchio di aglio
Esecuzione:
Per gli gnocchi:
impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto sodo ed omogeneo.
Formare dei cordoncini, tagliarli con un coltello a lama piatta in pezzetti di 2 cm di spessore.
Arrotolare sui rebbi di una forchetta per creare la tipica forma.
Per il pesto:
tritare finemente aglio e pinoli.
Aggiungere i pomodori secchi, il basilico e un poco di olio frullando nuovamente.
Aggiungere i formaggi, l'origano e altro olio se necessario. 
Regolare di sale e tenere da parte.
In una capiente pentola cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata. Scolare direttamente della boule dove si sarà già messo il pesto allungato con poca acqua di cottura.




Con questa ricetta partecipo al contest B come #biancolatte di Franciacorta InBianco, la manifestazione dedicata ai prodotti caseari, in programma dal 7 al 9 ottobre a Castegnato - BS.



mercoledì 7 settembre 2016

La mia naked cake per Sweety: End of Summer, Fragole e Pistacchio


“Siete fra quelli che scelgono un viaggio nella capitale francese non per le romantiche passeggiate sul Lungosenna, ma perché “Parigi val bene una mousse”?
Non avete mai saputo come finisce la favola di Biancaneve, perché a “specchio specchio delle mie brame” iniziavate a fantasticare su glasse e coperture?
E siete ancora convinti che il discorso più rivoluzionario del secolo scorso inizi con “I have a cream”?
Allora, non perdetevi Sweety of Milano, la grande manifestazione di pasticceria che si terrà nel capoluogo lombardo il 17 e il 18 settembre, nel corso della quale i nostri Maestri più famosi terranno masterclass a tema, proporranno le loro nuove creazioni, incontreranno il pubblico davanti ad un caffè, in un fine settimana all’insegna della dolcezza e della creatività”.



E poteva non esserci MTChallenge? Ovviamente no e noi ci siamo subito buttate in questa entusiasmante avventura.
Dopo aver studiato per una settimana le dispense fornite dai nostri tutor, Ilaria e Maria Grazia, ci siamo lanciate nella creazione della nostra Naked Cake.
Le Naked cake sono torte di origine americana che ormai spopolano un po' ovunque.
L'idea di base è una torta veloce, priva di stuccature troppo elaborate e pesantezza data da pasta di zucchero.
Nonostante questo conservano un'eleganza data da strati a vista e decori florali o fruttati.
MTChallenge ha chiamato quindi in campo 20 di noi affinchè realizzassimo la nostra Naked Cake, più italianizzata in basi e creme.
E chi ci giudicherà??? Tra tutti i membri della giuria dell'MTC ci sarà un presidente d'eccezione, il grandissimo pasticciere francese originario della Loira e genovese d'adozione (e quindi è anche per questo che sono ancora più emozionata) Michel Paquier!!!
Di 20 ne resteranno solo 5 che vedranno valutata la loro torta per decretare la vincitrice assoluta, proprio a Sweety a Milano.

Ed ecco la mia interpretazione, con i gusti che più piacciono in famiglia e che fanno da padrone nelle innumerevoli torte preparate.

Naked Cake "End of Summer"
Ingredienti:
Per il pan di spagna(di Iginio Massari, a freddo):
200 gr uova
130 gr zucchero
1 gr sale
100 gr farina
30 gr fecola di patate
Per il pan di spagna al pistacchio(di Leonardo di Carlo privato del burro e della buccia di limone, realizzato a freddo):
150 gr uova
70 gr zucchero
7,5 gr miele di acacia
1 gr sale
70 gr farina
45 gr farina di pistacchio
Per la ganache alla fragola:
400 gr fragole
400 gr cioccolato bianco
Per la crema al pistacchio:
250 gr mascarpone
80 gr latte condensato
80 gr crema di pistacchio
granella di pistacchio
25 gr pistacchio
Per la bagna:
té al bergamotto e gelsomino zuccherato
Decorazione:
Fragole fresche e granella di pistacchio

Esecuzione:
Per il pan di spagna classico:
Montare in planetaria con una frusta fine: uova intere, zucchero, sale per circa 20 minuti a media velocità. Setacciare due volte la farina bianca e la fecola e incorporare delicatamente a pioggia. Mettere in due stampi del diametro di 20 cm imburrati e leggermente infarinati e cuocere a 170°-180° per circa 20-25 minuti .
Per il pan di spagna al pistacchio:
Montare in planetaria con una frusta fine: uova intere, zucchero, sale per circa 20 minuti a media velocità. Setacciare due volte la farina bianca e la farina di pistacchio e incorporare delicatamente a pioggia. Mettere in uno stampo del diametro di 20 cm imburrato e leggermente infarinato e cuocere a 170°-180° per circa 20-25 minuti.
Lasciare raffreddare tutte le base coperte, ancora calde, in uno strofinaccio.
Per le creme:
Per la ganache alla fragola:
Tagliare a pezzettini in cioccolato bianco.
A parte frullare le fragole e scaldarle in un pentolino.
Appena queste ultime risultano calde versare sul cioccolato e mescolare velocemente.
Far raffreddare e riporre in frigorifero per molte ore, almeno 4.
Per la crema al pistacchio:
Montare il mascarpone con il latte condensato.
Aggiungere la crema di pistacchio e la granella, mescolando per ottenere una crema uniforme.

Assemblaggio:
Posizionare il primo disco di pan di spagna classico sul piatto da presentazione.
Bagnare con il té e ricoprire con la ganache alle fragole.
Posizionare al di sopra il pan di spagna al pistacchio, senza bagnarlo, e ricoprirlo con la crema al pistacchio.
Bagnare la parte bassa del secondo pan di spagna classico con il té e posizionarlo sulla crema.
Ricoprire con ulteriore ganache alle fragole.
Decorare con fragole fresche e granella di pistacchio.