sabato 14 gennaio 2017

Involtini di pane,uova, formaggio ed maggiorana, ovvero involtini di mia nonna Maria


Durante le vacanze appena trascorse sono finalmente riuscita, dopo mesi e mesi di posticipazioni e rimandi a date insperate, ad andare nel paesino di origine di mio papà.

E' un piccolo paese sull'appennino tosco-emiliano, incastonato tra splendide montagne.
Lì hanno vissuto i miei nonni, lì si sono conosciuti, e da lì, con mio papà ancora piccolo, sono partiti in cerca di fortuna verso la Liguria.
Questo è stato il destino di molte persone tanto, ma forse nemmeno troppo, tempo fa.

Mia nonna non l'ho conosciuta, almeno non direttamente, ma la riscopro ogni giorno, preparando i piatti con la sua padronanza, quella tipica delle rezdore emiliane.
Spesso mio papà, quando non mi tiro indietro davanti a nulla, nemmeno a lavori tipicamente maschili, commenta "Sei proprio una donna emiliana!"... E questo per me è uno dei più bei complimenti.

Avrei tanto voluto cucinare con mia nonna, carpirne i segreti e ricette, custodirli gelosamente..
Fortunatamente mio padre è un ottimo cuoco e ha saputo tramandare a noi ciò che lei non ha potuto.

Come la ricetta di questi involtini, creati apposta per mio papà, che fin da piccolo aveva gusti difficili.. O meglio, diversi da quelli degli altri bambini.
Quale bambino non ama involtini prosciutto e formaggio? Ecco, mio papà era uno di quelli.
Così mia nonna si è inventata un impasto ad hoc, che riscontrasse i gusti del suo bimbo.
Un involtini semplice, con ciò che di più semplice aveva in casa:
qualche uova, una manciata di parmigiano, un poco di pangrattato e qualche erbetta.. Tutto condito con tanto amore.

Inizialmente ero restia a condividere questa ricetta, ne sono profondamente gelosa, ma credo che il più bel modo per far continuare a vivere le persone sia quello di raccontare di loro, di diffondere ciò che ci hanno lasciato.

Involtini di pane, uova, formaggio e maggiorana
(Dosi... a occhio)
8 fettine di vitello o manzo tagliate sottili
2 uova 
80 gr parmigiano
sale e pepe
noce moscata 
maggiorana
pane grattato
olio
burro
vino bianco
latte


Esecuzione:
Preparare un impasto morbido, ma consistente con formaggio, uova,pane e aromi.
Tagliare le fettine di carne di dimensioni grandi come il palmo di una mano.
Riempire gli involtini con il ripieno e sigillarli utilizzando degli stuzzicadenti.
Scaldare in una casseruola olio e burro e farvi colorare gli involtini.
Sfumare con vino e latte.
Aggiungere un po' di dado e terminare la cottura, ci vorranno circa 10 minuti.






Con questa ricetta partecipo al contest "di cucina in cucina" ospitato questo mese dal blog Cucina Serena.

Cosa c'è di più felice di un ricordo legato ai nonni? Sarà che i miei sono stati speciali.. Ma penso lo siano per ciascuno di noi.






venerdì 6 gennaio 2017

Gelée alla frutta: Gelatina di frutta homemade


Stanotte la Befana in sella alla sua scopa ha fatto capolino in molte case, portando dolci, caramelle, cioccolatini e... Carbone?

Qui nessun cubetto nero è stato depositato... Sarà che siamo state trooooppo buone, o è la Befana che è fin troppo buona con noi?
Comunque siano andate le cose stamane il nostro tavolo era pieno di ogni leccornia disponibile.
E io? Cosa centro io con tutto questo?
Quest'anno le caramelle le ho portate pure io, homemade e alla frutta: sane e buone.

La ricetta è molto semplice, se ne trovano molte varianti sul web e io ho messo a punto la mia.

Gelée al Mandarino e Vaniglia

Ingredienti:
200 gr succo di mandarino
25 gr colla di pesce
100 gr di zucchero (da regolare in base alla dolcezza del succo)
una punta di vaniglia Bourbon

Esecuzione:
Ammollare in acqua fredda i fogli di colla di pesce.
Nel frattempo preparare il succo di mandarino e scaldarlo in un pentolino assieme allo zucchero fino a che quest'ultimo non si sia sciolto.
Aggiungere la colla di pesce, farla sciogliere mescolando pochi secondi e spegnere il fuoco.
Versare negli stampini singoli o, come nel mio caso, in uno stampo da plumcake ricoperto di carta forno.
Lasciare raffreddare completamente e riporre in frigorifero per almeno 3 ore.
Sfornare e tagliare con un coltello a lama liscia a cubotti o della forma che più si preferisce.
Passare ogni singola caramella nello zucchero semolato.
N.B. Passare ogni cubetto nello zucchero solo al momento di servire. Se preparate prima, le caramelle assorbirebbero lo zucchero, che tenderà a sciogliersi.






sabato 31 dicembre 2016

Trofie al Pesto di Castagne e Auguri di Buon Anno!


Le feste stanno scorrendo con serenità.
Mai come quest'anno ho avuto bisogno di relax e famiglia, sempre presa tra mille impegni.

Mi sono goduta la vigilia, come le persone che per me rappresentano un po' la mia famiglia allargata.
Ho trascorso il Natale a casa, come vuole tradizione, anche se la mancanza di Marta, a causa di impegni lavorativi, si è sentita parecchio.. Ma abbiamo recuperato nei giorni a seguire.
Sempre per lo stesso motivo stasera non festeggeremo insieme, ma domani cercheremo di iniziare il nuovo anno con tutta la positività che ci contraddistingue.

Il cenone? Con gli amici di sempre e soprattutto con i cibi di casa.

Trofie di castagne al pesto genovese

Ingredienti:

Per le trofie:
150 gr farina 00
150 gr farina di castagne

2 uova 
acqua q.b.

Per il pesto: 
(considerate che noi lo facciamo "ad occhio" ma proverò comunque a darvi le mie dosi!):
5 mazzetti di basilico
1 spicchio di aglio
50 gr di pinoli
100 gr di Parmigiano 
 sale q.b.
olio extravergine di oliva


Esecuzione:
Per le trofie:
Impastare gli ingredienti formando una palla soda e omogenea.
Ricavare dei piccoli cordoncini, dopo di che stenderli con il palmo della mano.
Tornare indietro in modo obliquo, per dare la tipica forma. 




Preparazione pesto:

Tritare pinoli e aglio finemente, aggiungere il basilico, il sale, il formaggio e l'olio fino a raggiungere trito non troppo fine.

Aggiungere eventualmente ancora un pizzico di sale e una punta d'olio.

Sbollentare le trofie in acqua salata, scolare e condire con abbondante pesto.







Con questa ricetta "di casa" auguro a tutti di trascorrere il Capodanno con chi più amate, sperando che il nuovo anno porti felicità e serenità.